Pensieri in Libertà di un Ottuagenario

di Nino Chiocchio

Raccolta di pensieri e riflessioni di Nino Chiocchio, ricercatore e scrittore di storia cocullese.

Leggi Presentazione

#16 - 01/12/2020
Autore: Nino Chiocchio
Capitan Valentino e Diego

Capitan Valentino e Diego

E i morti del ‘946 a Superga dove li metti? Mazzola, Gabetto, Ballarin, ecc. entusiasmavano gli anni del Liceo perché quelli primeggiarono nello sport e perché indossarono quasi sempre la maglia azzurra degli Italiani (io facevo “tifo” per un’altra squadra ma li ammiravo): dove li metti? Già è finito quel mondo? Senz’altro Maradona è stato un grandissimo calciatore, ma, paragonato a quei suoi col [continua...]

#15 - 25/11/2020
Autore: Nino Chiocchio

Catasto recente

L’uccellino mi ha detto che nel mio paesino esiste un ufficio privato di TOPONOMASTICA. Può darsi, visto che il paesINO è così grande che non ne conosco tutti i quartieri. E allora mi permetto di porre agli esperti due domande: 1- se conoscono tutte le seguenti località; 2- se le presunte spiegazioni sono credibili. GRAZIE!

Catasto recente (Vedi nota 1, in fondo al testo) [continua...]

#14 - 19/11/2020
Autore: Nino Chiocchio

Il Tampone e la Peste

Quanto più s’inclina l’asse terrestre, tanto più si spolverano termini vecchi per appiccicarli a situazioni nuove con un più o meno azzeccato significato metaforico.
Nei primi anni delle Elementari ricordo che alcuni bambini “bacchettati” dalla maestra nevrastenica (allora molti insegnanti, i più, sapevano plasmare gli scolari, ma altri forse non sentivano la missione e usavano facilmente la [continua...]

#13 - 14/11/2020
Autore: Nino Chiocchio

Fasto e Umiltà
(Un prezioso reperto: il Trigramma)

Lo sfarzo caratterizzò i castellani che nella stagione fredda andavano a svernare nei loro lussuosi palazzi metropolitani e che dopo la siesta si pavoneggiavano sulle carrozze o uscivano a piedi e accoppiati nella pittoresca cornice delle parrucche e delle piume opacizzata dalla nuvola maleodorante del miscuglio di cipria e spezie delle dame. Uscivano da quella nube soltanto gli strascichi delle l [continua...]

#12 - 05/11/2020
Autore: Nino Chiocchio

Toponomastica 3 - Via dei Saraceni

Nel 937, dopo aver devastato il Molise, dopo essere tornati nella base di Capua ed aver riscosso molti ori da Montecassino quale riscatto di monaci prigionierri, i Saraceni …insuperbiti da tanta vittoria e carichi di una così grande preda passarono nella regione dei Marsi e cominciarono a fare cose simili, incendiando e saccheggiando tutto. Per volere e aiuto di Dio, Marsi e Peligni unirono le [continua...]

| Articoli 1-5 di 16 | ► Meno Recenti | ► Fine |
Condividi il blog: Pensieri in Libertà di un Ottuagenario
Condividi su Facebook

Condividi su Twitter

Condividi via e-Mail

Condividi via WhatsApp